sabato 2 maggio 2015

MONACO DI BAVIERA!

Cari amici voglio dedicare un po' di spazio alla splendida Baviera,
 regione che ho visitato durante l'estate.
Baviera non vuol dire solo Oktoberfest, anzi!
 Certamente il folklore e l'atmosfera che si respirano durante la famosa 
"festa della birra" a Monaco di Baviera sono esperienze che vanno vissute almeno una volta nella vita, ma io vi consiglio di visitare questi luoghi in periodi più tranquilli, per assaporare nel migliore dei modi tutta la cultura
 e la tradizione del luogo.
Noi abbiamo trascorso una decina di giorni a Monaco di Baviera ed abbiamo alloggiato al Carat Hotel: si trova in una zona molto vicina al centro, a circa un quarto d'ora di passeggiata dalla piazza più famosa della vittà, la Marienplatz.
 Questo Hotel è moderno, dotato di ogni comfort, il personale molto giovane 
e disponibile ed è possibile fare colazione al prezzo di circa 13 Euro al giorno: 
il buffet è veramente ricco e vario, da non perdere. 
La colazione abbondante è un punto di forza della tradizione culinaria tedesca!
Il complesso dell' hotel è molto vasto e c'è un'area dedicata agli appartamenti: dalla nostra stanza avevamo una visuale completa della parte dove si trovavano questi alloggi e devo confessarvi che non erano niente male. 
Da tenere in considerazione per un'ulteriore visita a Monaco!

Noi ci siamo stati in Agosto e la città era veramente molto viva: negozi e centri commerciali sempre aperti, gente per strada ed in metropolitana a qualsiasi ora del giorno e della notte, sicurezza e facilità nell'utilizzare i mezzi di trasporto. 

Monaco è una città molto giovane e piuttosto grande, ma semplice da visitare e soprattutto accogliente nei confronti dei turisti. 
Atterrati con un volo Lufthansa da Milano Malpensa, abbiamo preso la S-Bahn che dall'aereoporto ci ha portati direttamente a Marienplatz: da qui è stato semplice prendere la metro e scendere alla fermata più vicina al nostro Hotel (Sendliger Tor).
Sistemati i bagagli nella nostra stanzetta (camere molto piccole al "Carat Hotel", ma accoglienti e pulite) ci siamo avventurati per il centro storico, percorrendo tutta la Sendligerstrasse fino ad arrivare alla celebre Marienplatz! 

Questo è il centro nevralgico della città, un ritrovo per gli abitanti di Monaco e luogo dove si svolgono gli avvenimenti più popolari, come ad esempio il mercatino di Natale! Bar, ristoranti, baracchini di souvenirs e locali di ogni tipo si aprono a ventaglio intorno a questa grande piazza: non perdetevi il "Kaufhof", un grandissimo centro commerciale situato sulla Marienplatz. In particolare, recatevi al piano sottoterra, dove si trova un supermercatino biologico delizioso, che offre un'ampia scelta di prodotti genuini ed idee regalo davvero interessanti!



Suggestivo è il carillon delle marionette del Neues Rathaus: ogni giorno alle 11, alle 12 ed in estate anche alle 17 i personaggi si animano e ballano, celebrando con la danza dei bottai la fine della peste del 1634. Il municipio è imponente ed in stile neogotico: imperdibile la vista sulla città che si gode dalla torre campanaria!

Un poco più arretrato sulla Marienplatz si trova l'Altes Rathaus, il vecchio municipio, piccolo ma stupendo edificio gotico: oggi è sede del museo del giocattolo, che noi non abbiamo visitato, ma che dicono tutti essere interessante.


Sempre vicino alla Marienplatz, si trova un' imponente chiesa con due cupole a cipolla che svettano sopra i tetti: si tratta della famosissima Frauenkirche, anch'essa in stile gotico, con la facciata in mattoni rossi e la navata austera, senza ornamenti.

E' quasi ora di cena e decidiamo di avventurarci in una caratteristica e movimentata piazzetta dove si trova la birreria più famosa di Monaco e forse di tutto il mondo: l'Hofbräuhaus, in Platz 9.
 Merita sicuramente una visita, sebbene oggi non produca più birra: è meta amata dai turisti e dai cittadini di Monaco, con le sue volte in pietra, tavoli di legno rustici, orchestre di musica folk e cucina tipica bavarese. 
L'atmosfera che si respira è un po' da "festa dell'unità", ma è un ambiente allegro e divertente ed è possibile farci un giro senza consumare.
Dopo aver trascorso qualche minuto al suo interno, decidiamo di spostarci nel locale di fronte per la nostra cena: il ristorante si chiama "Wirsthaus Ayingers" ed offre cibo bavarese.Non vediamo l'ora di provare la cucina tipica del posto!


E' possibile richiedere il menù in italiano,se fate fatica con l'inglese o con il tedesco, altrimenti sarà un po' difficile orientarsi tra i numerosi piatti tedeschi elencati: noi abbiamo scelto uno stinco di maiale con due tipi di canederli diversi ed una lombatina di maiale con verdure e salsa ai mirtilli, il tutto innaffiato da due ottime Franziskaner Weissbier.
Come prima impressione,la cucina bavarese non è per niente male!!
Non vedo l'ora di degustare altre prelibatezze.


Prima di ritornare in hotel, decidiamo di farci un giretto per ammirare da vicino il NationalTheater, il teatro nazionale sede dell' Opera di Stato bavarese: si tratta di un imponente edificio neoclassico, costruito sul modello di un tempio greco.


Ci siamo poi diretti lungo la via dello shopping di lusso, la Maximilianstrasse, dove ci siamo soffermati davanti alle vetrine di L. Vuitton, Chanel, Dior, Prada e tante altre firme importanti.
Abbiamo poi deciso di ritornare in hotel per riposarci e fare il programma dei giorni successivi: visita della città e del castello di Nymphenburg, delle sue splendide chiese, dei bellissimi castelli di Ludwig, dei suoi musei, della Romantische Strasse e dei posti migliori dove trascorrere pranzi e cene tipicamente bavaresi.
Decidiamo che faremo tappa anche a Norimberga e Salisburgo,ottimamente collegate con il treno.
A Monaco di Baviera comunque ci sono davvero un sacco di attrazioni da provare, monumenti da visitare, locali tipici da sperimentare ed è importante notare come questa città sia sempre dinamica ed energica, perfino durante il mese della nostra visita...Agosto!
Le chiese a Monaco sono numerose, ma voglio segnalarvi soltanto quelle che ci hanno colpito in modo particolare: prima di tutte, a pochi passi dalla famosa Marienplatz, superata la Frauenkirche che vi ho già menzionato, troviamo la Theatinerkirche.
 Rappresenta di certo una delle più belle chiese barocche della città: noterete un aspetto familiare, un sapiente tocco italiano realizzato dagli architetti Barelli e Zuccalli.
 La facciata si presenta invece in stile rococò: l'esterno è giallo mentre l'interno è di un bianco smagliante. Proprio davanti a questa bella chiesa barocca, si trovano il grande complesso della Residenz ed i suoi giardini di corte  (Hofgarten): consiglio decisamente la visita all'interno della splendida Residenz, perchè merita tantissimo! 
Dal 1508 al 1918 fu dimora dei sovrani di Baviera e rappresenta uno straordinario condensato di stili architettonici: questo edificio è testimonianza dell'opera secolare della dinastia dei Wittelsbach e trasuda storia in ogni stanza. 
Gli appartamenti visitabili sono tantissimi, lussuosi ed in stili diversi ed occorre circa una mezza giornata per godersi al meglio questo complesso in tutta la sua magnificenza!
All'ingresso troverete l'Antiquarium, la splendida sala da ballo rinascimentale con la caratteristica volta a botte: questa gigantesca stanza è apparsa anche in numerosi film e molti di voi si chiederanno infatti dove l'hanno già vista! 
Sono inoltre visitabili il Cuvillièsteather (delizioso teatro rococò all'italiana) e le stanze del tesoro, con le scintillanti corone reali.
Gli Hofgarten sono gli antichi giardini reali intorno alla Residenz: sotto le arcate che li circondano, a nord e ad ovest ci sono alcuni affreschi che narrano la storia della famiglia Wittelsbach.
I giardini sono pubblici e qui amano ritrovarsi gli abitanti di Monaco: c'è chi si sdraia sui prati, chi siede sulle panchine a contemplare il paesaggio o a leggere e chi affolla i caffè della vicina Odeonsplatz.


Un'altra chiesa che vi voglio segnalare, sempre nei pressi di Marienplatz è la Peterskirche: è la più antica della città, in stile barocco e la sua torre quadrata, alta 91 metri offre un panorama strepitoso su Monaco vecchia! 
Vale la pena affrontare la faticosa salita di 306 gradini: 
da lassù lo spettacolo è imperdibile e nelle belle giornate sono visibili anche le Alpi Bavaresi! 

Accanto alla chiesa di S. Pietro, si trova il Virktualienmarkt: è il mercato degli alimentari dove tutti i cittadini di Monaco ed i turisti sono soliti venire a far la spesa e curiosare.

 E' una vera gioia dei sensi, un mix di colori, profumi e gusti disparati: banchi di pane, salumi, vini, formaggi, frutta, verdura.... e nascosto in mezzo a tanti ippocastani, un enorme Biergarten, sempre pieno di gente a qualsiasi ora del giorno e della notte! 
Vi consiglio di recarvi al mercato la mattina presto, per approfittare della atmosfera tranquilla e del sapore prettamente campagnolo!
E' veramente il posto migliore in città per un pasto veloce: pullula di Imbiss e di chioschetti dove consumare zuppe cremose accompagnate con un Brezel oppure le classiche Wienerschnitzel, wùrstel e birre di ogni tipo!
Poco dopo la Frauenkirche potete trovare la Michaelskirche: la sua facciata discreta nasconde una grande chiesa di forte ispirazione italianeggiante, l'immensità delle proporzioni (una spettacolare volta a botte larga 20 metri ed altare maggiore su tre piani!) si armonizza delicatamente con le decorazioni del Barocco nascente. 
Nella cripta sotto il coro riposa "il re folle" Ludwig II di Baviera.

Chi viene a Monaco non può rinunciare a visitare il famosissimo Deutsches Museum! 

Si tratta di un edificio enorme, tra i più importanti al mondo e non a caso è il luogo più visitato della città: qui si incontrano tutte le generazioni! Sono esposti più di 100.000 oggetti su ben 47.000 metri quadri divisi in 50 aree espositive distribuite su 6 livelli! 
Gran parte del successo di questo museo si deve agli esperimenti interattivi, che coinvolgono i visitatori permettendo loto di partecipare alla dimostrazione, soprattutto per quanto riguarda l'area della Fisica. Impressionante la gabbia di Faraday che riproduce il fulmine, il pendolo di Foucault (nella torre del museo), i modelli virtuali, i laboratori ed il planetario. 
Non dimenticate di visitare, nel piano sottoterra, la riproduzione di una miniera, con tutti i macchinari e gli attrezzi del mestiere!
Il fiume che attraversa la città si chiama Isar ed è balneabile: non è quindi raro vedere nella bella stagione gli abitanti di Monaco e molti turisti riversarsi sulle rive di questo fiume, per prendere il sole e fare il bagno! Accanto al Wittelsbacherbrùcke si riuniscono gli appassionati di kayak e di surf per sfidare le onde create artificialmente nel fiume: per quanto vera, la scena è davvero surreale, soprattutto se si pensa di essere nel cuore di Monaco!
Il fiume somiglia infatti a tratti ad un torrente capriccioso che scende dalle Alpi e divide la città in due, regalandole una piacevole frescura, molto gradevole nelle ore più calde dell'estate. 
 Da Bogenhausen a Haidhausen, ma anche a sud e nord di questi quartieri, le sponde del fiume sono costeggiate da prati verdi, sentieri tra boschi di querce e castagni, spazi gioco e laghetti che danno a Monaco una piacevole atmosfera di cittadina di campagna.
Se volete trascorrere qualche ora piacevole e rilassante dovete recarvi nell'Englischer Garten:
 è l'enorme parco della città, vero e proprio polmone verde di Monaco. 
Sul modello dei giardini londinesi, è possibile trovare al suo interno prati, boschi, un laghetto, due fiumi, chilometri di sentieri, una pagoda cinese, due Biergarten, una casa del tè giapponese: nelle belle giornate e nei finesettimana è gremito di gente!
Durante il nostro soggiorno a Monaco abbiamo visitato anche la zona dei musei, dedicandoci alla Alte e Neue Pinakothek, alla Pinakothek der Moderne, alla Glyptothek ed alla Staatliche Antikensammlungen: arrivati in Kònigsplatz ci rendiamo subito conto del complesso di edifici che si apre davanti ai nostri occhi. I musei in questa zona sono tutti importanti e molto interessanti e meritano una visita, soprattutto se siete appassionati di storia dell'arte e di storia.


Se siete appassionati di calcio e sportivi come me, la visita allo spettacolare "gommone" di Monaco, ovvero l'Allianz Arena vi lascerà senza fiato: le visite sono tutte guidate e ci sono solo in inglese ed in tedesco, quindi assicuratevi bene di scegliere la lingua che conoscete meglio prima di iniziare il vostro tour! Lo stadio è facilmente raggiungibile con la metropolitana U6 fermata "Fröttmaning": usciti dalla metro dovrete percorrere ancora circa 15 minuti di camminata per arrivare all'Allianz Arena, anche se sarà fin da subito visibile davanti a voi! 
Le guide sono molto simpatiche e coinvolgenti e vi mostreranno l'interno dello stadio: gli spogliatoi, la sala medica, i bagni e le docce, la zona relax  e percorrerete anche la scalinata che attraversano i giocatori prima di ogni match!! 
La musica della Champions League vi condurrà fino all'ultimo gradino, prima dell'ingresso in campo: da qui la vista dello stadio mette i brividi e ci chiediamo quali emozioni possa provare un calciatore in questi momenti!
All'interno dello stadio si trova un piccolo ristorantino con cucina tipica bavarese ed un museo della storia del Bayern F.C.
Emozionantissimo vedere una partita in questo stadio quando gioca la squadra della città!


Se avete voglia di vivere emozioni di altri tempi, potete recarvi nella zona dell' Olympia Park:il vecchio complesso costruito in occasione della XX Olimpiade. Il parco è inserito in un moderno skyline vicino alla sede della BMW ed i grattacieli della città alta di Monaco di Baviera: comprende una grande piscina, il vecchio Stadio, ora usato solo per eventi culturali, un luna park con diverse bancarelle e la Torre Olympia, sulla quale è possibile salire per vedere Monaco dall'alto.
Personalmente l'ho trovata una zona un po' triste:fateci un giro,ma non spendeteci troppo tempo.
Ci sono anche un grande laghetto ed una vasta zona dedicata a questo luna park, con bancarelle e chioschetti di ogni tipo!  
Quest'area è un po' malinconica, nonostante sia tenuta bene: non c'è granchè da fare o da vedere,a meno che non vogliate riposarvi un po' sui prati o salire sulla Torre.
Passateci accanto se avete intenzione di recarvi al museo BMW!
L’edificio, detto il “Museum Bowl”, è stato realizzato assieme al vicino grattacielo che ospita il quartier generale amministrativo e direzionale 
– il “4 Cilindri” – dall’architetto viennese Karl Schwanzer in occasione delle Olimpiadi del 1972.
Il Museo della BMW mette in mostra l’evoluzione storica delle competenze e delle forze innovative del marchio stesso, insieme alle sue conquiste e ai suoi successi sportivi. 
Lo sviluppo del marchio BMW viene descritto dal passato ad oggi con uno sguardo sul futuro. 
Il cuore del materiale espositivo è rappresentato da icone della storia dei prodotti BMW quali la BMW R 32, la BMW 507 e la leggendaria BMW 2002.
Oltre 100 oggetti esposti: modelli di produzione, da gara e veicoli concept che testimoniano la storia gloriosa del marchio BMW. I visitatori scopriranno spazi espositivi interni ed esterni, una configurazione di rampe, squarci suggestivi ed ampi panorami, nonché una serie di prospettive sempre in movimento che li sorprenderà.
Il vicino e imponente BMW Welt (Mondo BMW), inaugurato nel 2007 su progetto dello studio viennese Coop Himmelb(l)au, è invece un centro multifunzione che presenta la BMW di oggi e domani con l'esposizione dei principali modelli di auto e moto attualmente in produzione, una sezione tecnico-scientifica, punti ristoro e il negozio ufficiale.
Se siete appassionati di motori, perchè perdersi questa attrazione così spettacolare e futuristica?




Nessun commento:

Posta un commento